Le tante sfumature di verde della primavera

Con l’avanzare della stagione, tra i primi prodotti che racccoglieremo nell’orto spiccheranno gli ortaggi a foglia verde, sia quelli da consumare crudi in insalata, come le lattughe, la rucola e la cicoria da taglio, sia quelli da cuocere come le bietole. Vediamone alcuni nel dettaglio.

Lattughe di tutti i tipi

0Le varietà di lattuga sono molte, e si differenziano sia per il colore (verde chiaro uniforme, verde a sfumature marroni, rosso scuro…) sia nella consistenza (tenere o croccanti). Esiste anche la lattuga con la foglia “a chiazze di trota”, molto decorativa. Perché non riempire una fila o anche un’intera aiuola con quanti più tipi di insalata possibili?

Gustose e salutari bietole

1Di un verde brillante, le bietole si distinguono prevalentemente in due tipi: le bietole da taglio (erbette) e le bietole da costa. Il bello di entrambe è che possiamo coltivarle continuativamente da marzo a settembre, in modo da ottenere raccolti costanti. A questo scopo servono una buona organizzazione degli spazi e una certa tempistica, certo, ma ce la possiamo fare!
Mentre le coste si seminano in semenzaio, per le erbette possiamo anche scegliere la semina diretta a file. Per la messa a dimora delle bietole, è fondamentale evitare di anticipare troppo il momento, in quanto un ritorno di freddo potrebbe causarne una precoce salita a seme.

Spinaci coltivati e…

2Dalla semina a file o a spaglio eseguita già da febbraio, gli spinaci stanno emergendo e sviluppandosi. Se li avevamo seminati troppo fitti, possiamo diradarli, mangiando crudi quelli piccoli che eliminiamo.

… il loro parente selvatico

Si chiama Chenopodium album, e volgarmente “farinaccio”, il parente prossimo degli spinaci, che presenta un colore verde più chiaro rispetto a quest’ultimo. Il farinaccio cresce spontaneamente dalla primavera negli orti lavorati e ricchi di sostanza organica, divenendo anche molto invasivo! Le erbe cosiddette infestanti si trasformano in risorsa alimentare se noi impariamo a riconoscerle e ad apprezzarle. Il farinaccio si cucina esattamente come gli spinaci ed è altrettando gustoso e benefico.

La borragine: ottima verdura dai meravigliosi fiori

3La borragine è un ortaggio meno comune rispetto ad altri, ma sempre più conosciuto e impiegato in molte ricette come risotti, frittate, torte salate, nonché nei noti ravioli alla borragine.
La pianta presenta foglie un po’ bollose, di un verde che tende al grigio.
Già a febbraio possiamo seminarla in semenzaio per poi fare il trapianto nell’orto a distanze di circa 30 cm tra una piantina e l’altra. Raccoglieremo poi le foglie recidendole una ad una, o estirpando l’intera pianta se intendiamo poi utilizzare lo spazio per altre colture. Non appena ci addentreremo nel caldo della tarda primavera, la borragine non ancora raccolta fiorirà, mostrandoci la sua bellezza azzurro-violetta, che ammalia le api.

Ciao da Sara