Comunicato su Emergenza Terremoto

terL’ Associazione Vivere Correzzana rende noto di aver intrapreso accordi con la Protezione Civile di Camparada, Correzzana e Lesmo per essere centro di riferimento per la raccolta di beni di prima necessità a supporto delle popolazioni colpite dal terremoto.

Tale raccolta al momento non è attiva in quanto la Croce Rossa Italiana, unico coordinatore nazionale, non ha ancora diffuso indicazioni precise per avviare la raccolta di specifici generi di beni.
Non appena riceveremo le indicazioni ufficiali sarà nostra cura darne diffusione attraverso tutti i canali a nostra disposizione.

Grazie per l’attenzione.

Laura Reiss
Presidente Ass. Vivere Correzzana


Si riporta di seguito il comunicato diffuso oggi attraverso la pagina Facebook ufficiale della Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale Lombardia

ATTENZIONE – MESSAGGIO URGENTE!
Donazioni di beni di prima necessità:
Il presidente nazionale CRI Francesco Rocca e il presidente regionale Lombardia Antonio Arosio ribadiscono la necessità di aspettare indicazioni in merito alle raccolte di beni di prima necessità.
La Support Unit dell’emergenza è in contatto con la Sala Operativa Nazionale e queste due entità sono le uniche a sapere cosa necessitano i nostri terremotati!
Siamo in costante contatto con grossi brand che ci assicurano forniture di quello che è stato individuato come un bisogno a cui rispondere.
Nelle prossime ore potrebbe avviarsi una raccolta di beni primari. Prima bisogna però sapere cosa effettivamente serve, cosa danno le grandi o le piccole aziende del nostro territorio, e infine fare gli appelli più piccoli.
Se sei un privato o un’azienda e vuoi aiutare le zone colpite dal terremoto contatta via mail aiuti@cri.it così che il tuo aiuto possa essere gestito con la dovuta priorità.
Esempio sciocco ma esplicativo: sarà inutile raccogliere acqua se nel frattempo un fornitore sta facendo partire tir di acqua direzione Amatrice!
Sangue:
Grazie anche al piano nazionale sangue per le emergenze approvato lo scorso mese, l’Italia può far fronte con tempestività e organizzazione a situazioni drammatiche come queste.
Il sangue c’è e se dovesse mancare la legge italiana ne prevede lo spostamento di ospedale in ospedale o di regione in regione. Invitiamo pertanto i donatori periodici delle regioni interessate dal sisma a prendere contatto con le proprie sedi per verificare le necessità trasfusionali.
Ai donatori abituali e agli altri cittadini che ci stanno contattando dalle altre regioni ricordiamo l’importanza di essere donatori non solo nelle emergenze e di programmare con la propria sede la donazione. Siamo comunque in costante contatto con le autorità trasfusionali nazionali e vi aggiorneremo non appena possibile sulla situazione.
Donazioni in denaro:
Al momento è più utile tra tutte le donazioni.
IBAN: IT38R0760103000000000900050
BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
Beneficiario: Associazione italiana della Croce Rossa
Causale: “Poste Italiane con Croce Rossa Italiana – Terremoto Centro Italia”